AL MEETING DELLE ETICHETTE INDIPENDENTI DI FAENZA BED&REC PRESENTA IL PRIMO STUDIO DI REGISTRAZIONE TURISTICO D’ITALIA.

Si terrà a Faenza dal 27 al 28 settembre l’edizione 2013 del Meeting delle Etichette Indipendenti, l’appuntamento più importante in Italia per le produzioni discografiche indipendenti e per le band emergenti, oltre che per gli operatori del settore culturale.

Durante la tre giorni Bed&Rec, il primo studio di registrazione TURISTICO italiano, sarà presente con uno spazio a disposizione di chi voglia conoscere i dettagli sul primo studio di registrazione turistico d’Italia.

Inoltre, sabato 28 sarà allestito un incontro di presentazione presso la Sala Consiliare del Comune di Faenza (ore 14:30) per presentare i primi lavori realizzati con l’innovativo servizio: la Cappella Musicale Corradiana e i suoi 15 elementi per la registrazione della “Passio Domini Nostri Jesu Christi Secundum Ioannem”; Erica Mou e la preparazione del suo ultimo tour “Contro le Onde”; il montaggio dell’ultimo film di Checco Zalone “Sole a Catinelle”.

Interverranno: Francesco Saponari (responsabile progetto Bed&Rec); Giuseppe Saponari (Responsabile tecnico Bed&Rec); Giordano Sangiorgi (Presidente MEI-Audiocoop); Fabrizio Galassi (Zimbalam Italia), Andrea Marco Ricci (Presidente di Note Legali) e Luca Molla (musicista).”

Un grande riconoscimento, dunque, per l’innovativo progetto dei castellanesi Saponari, su cui punta in maniera decisa il MEI, che scrive nel suo comunicato di invito:

“Bed&Rec crede che sia sempre meglio unire il dilettevole all’utile, soprattutto quando si concepisce un lavoro discografico. Con questo principio ha deciso di creare un innovativo servizio di recording/turismo rivolto alle band italiane ed estere, alle etichette indipendenti e alle major, agli operatori del settore culturale ma anche alle loro famiglie!
 Bed&Rec ha unito una serie di servizi propri sia della vacanza che del lavoro in studio. Il risultato è una nuova esperienza che vi farà vivere la vostra passione stando in completo relax, condividendola con amici e familiari, ritrovando l’atmosfera giusta che tutti gli artisti cercano quando devono creare.Immergersi completamente nel lavoro, per un periodo di tempo più o meno lungo, si può fare solo se si hanno tutti i servizi e le comodità a disposizione. La serenità dell’artista unita ad un ambiente confortevole oltre che professionale può far si che il lavoro discografico risulti più efficiente”.

Menu