Officina Musicale, a Castellana Grotte, è uno studio di registrazione. Ma non solo.

Nasce come associazione culturale che, dal 2006, si pone l’obiettivo romantico, eppur concreto, di valorizzare e promuovere il talento.

La fucina artistica, guidata con passione e professionalità dai tecnici Giuseppe Saponari, Giuseppe Mariani e Paolo Iannattone, compete oggi nel panorama nazionale, vantando una lunga serie di produzioni musicali e spettacoli dal vivo.

Una piccola realtà, in un piccolo paese della Puglia, che si è rapidamente trasformata in un punto di riferimento per band e operatori del settore; e che oggi include un vero e proprio spazio di co-working in cui si incontrano tecnici audio, arrangiatori, musicisti, project manager, esperti della comunicazione e programmatori che, pur lavorando in autonomia, condividono, in quel luogo, idee e competenze capaci di diventare grandi progetti comuni.

Tra le sfide più importanti che Officina Musicale ha sostenuto negli anni, spicca quella che coinvolge l’artista Checco Zalone (Luca Medici). L’incontro, avvenuto in occasione della registrazione dell’album d’esordio del comico pugliese, …Se non avrei fatto il cantande, del 2006, ha gettato le basi per una solida collaborazione che è continuata per la registrazione delle colonne sonore dei sui film Cado dalle nubi (2009), Che bella giornata (2011), e per la regia audio del Resto umile world tour che, dopo il clamoroso successo al botteghino, ha portato Zalone in giro per l’Italia, sold out dopo sold out.

Risale al 2010 l’arrivo, in Officina Musicale, di altri professionisti della comunicazione e dell’audiovisivo. Primi fra tutti, i due dj Marcello Ramirra e Antonello Gentile e il project manager Francesco Saponari.

L’apporto di nuove energie e qualifiche ha permesso a Officina Musicale di affrontare ulteriori sfide, proponendosi come etichetta discografica, con la pubblicazione dei WISE con Fabbriche temporanee e, contemporaneamente, sviluppando e lanciando il progetto Bed&Rec: l’innovativa formula che unisce il lavoro in studio di registrazione con la vacanza in Puglia attraverso la proposta di convenienti pacchetti all inclusive.

Nel 2013 Officina Musicale è una realtà affermata, e per il terzo film di Checco Zalone Sole a catinelle, protagonista e regista (Gennaro Nunziante), scelgono di lavorare al montaggio direttamente in Puglia, ospitando il montatore Pietro Morana con una delle formule Bed&Rec. Il lavoro si conclude con la registrazione della colonna sonora e la pubblicazione, per l’etichetta Officina Musicale, dell’ep estratto dal film.

Contestualmente, la famiglia Officina Musicale si allarga. Arrivano Dionisio Antonio Vitti e Rady Parapanov, fondatori della Gangame, società di progettazione e sviluppo di giochi per dispositivi mobili; e Dionisio Beatrice, grafico pubblicitario ed esperto di comunicazione.

Con la Gangame, la squadra di Officina Musicale lavora alla composizione e realizzazione delle colonne sonore del primo gioco in uscita. Con Dionisio Beatrice, invece, la collaborazione si inaugura con la sua partecipazione alle prime due edizioni della rassegna di concerti San Leo Music Fest e culmina nell’avventura lavorativa, in corso, dell’ultimo film di Checco Zalone Quo vado?.

In uscita il 1 gennaio 2016, la quarta attesissima pellicola del comico pugliese è, di nuovo, carica della partecipazione del team Officina Musicale. Pietro Morana è tornato a lavorare al montaggio del film negli studi di Castellana Grotte; la registrazione della colonna sonora sarà di nuovo pubblicata dall’etichetta Officina Musicale; la progettazione grafica della locandina e la gestione dei social network ufficiali del film sono stati affidati a Dionisio Beatrice; la finalizzazione audio del film si è svolta nei neo nati studi romani di Officina 5.1, struttura inaugurata nel 2014, composta da una sala mix per il cinema e la televisione che, dopo meno di un anno di attività, ha già lavorato a produzioni di spicco come Squadra mobile, nota fiction Mediaset.

Menu