Gli appuntamenti organizzati dal 26 al 30 agosto e la prima Borsa di Studio Bed&Rec decretano il successo di una manifestazione in crescita.

Quattro concerti in Largo San Leone Magno, una cena con concerto presso il ristorante Il Casalicchio, quattro appuntamenti con la black music selezionata su vinile presso il Mirò Cafè, per un totale di nove appuntamenti musicali; sei attività di ristorazione dove, in ognuna delle quattro sere del festival, sono state proposte cene con sottofondo musicale; quattro giorni di alta formazione, una borsa di studio istituita in collaborazione con la Fondazione Siena Jazz, il Premio Vito Luisi conferito ai vincitori della borsa di studio. Questo è tutto quello che il San Leo Music Fest ha realizzato in cinque giorni che il pubblico degli amanti del jazz, declinato in molte delle sue forme, ha vissuto a Castellana Grotte dal 26 al 30 agosto.

Tutto questo diviso nei tre contenitori: il Main Stage in Largo San Leone Magno dove si sono tenuti i concerti principali, il Mirò Cafè Black Music Selection in Piezza G. Garibaldi dove si sono esibiti i dj, il San Leo Music Dinner presso tutti i ristoranti aderenti dove si sono svolti le cene e il concerto di apertura del festival.

Un’offerta ricca che ha contato circa 2000 presenze fra gli appassionati del genere, oggi sempre più esigenti e alla ricerca di spettacoli di qualità in ambienti accoglienti e professionalmente attrezzati per un ascolto ottimale. Si può dire che il giusto mix di questi ingredienti ha rinnovato il successo della manifestazione, riuscendo a coinvolgere tutto il pubblico, trascinandolo con l’energia del Francesco Bearzatti Tinissima 4tet, incuriosendolo con i suoni di AndyMusc, emozionandolo con la classe del GeGè Telesforo 5tet e stupendolo con la bravura del Siena Jazz Summer Excellence guidato da Roberto Cecchetto.

Oltre a tutto questo, per la prima volta, il San Leo Music Fest diventa palcoscenico per i giovani talenti provenienti da tutta Italia, connotando questa come l’edizione dedicata alla formazione. La prima Borsa di Studio “Bed&Rec”, infatti, ha premiato quattro giovani talenti già allievi della Fondazione Siena Jazz selezionati dal produttore Marco Valente: Davide Bussoleni (San Bassano), Sara Persico (Napoli), Giampiero Locatelli (Reggio Calabria) e Pietro Corbascio (Castellana Grotte), facendoli soggiornare e studiare a Castellana Grotte per quattro giorni, durante i quali hanno potuto preparare il concerto in una sala prove attrezzata presso la struttura dove hanno alloggiato tutti insieme, permettendogli di affiatarsi, lavorare e vivere il territorio anche da turisti.

“Credo che sia molto importante per i ragazzi questa esperienza innanzitutto per suonare e farsi ascoltare da un pubblico diverso, e credo che debba essere rinnovata ogni anno perchè è molto importante offrire opportunità a dei giovani talenti che in Italia non ne hanno molte” (Roberto Cecchetto)

 

Molto apprezzate anche la prima del festival organizzata presso il ristorante Il Casalicchio con i SoBop 4tet e le selezioni caratterizzate da una precisa impostazione musicale proposta rigorosamente su vinile che hanno visto avvicendarsi: Dj Vito Santamato, Michela (cini got soul), Cloud Danko e Vincenzo Altini dei Black Vibrations, Dj Mars e Luigi Cino.

In definitiva un bilancio assolutamente positivo sia per l’impatto che il San Leo Music Fest ha determinato sul territorio attraverso un coinvolgimento superiore d’imprese e pubblico, ma soprattutto per la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti e per l’entusiasmo con il quale la platea ha partecipato a tutti gli eventi.

 

Per questo, l’Ass. Cult. Officina Musicale intende ringraziare il Sindaco di Castellana Grotte Francesco Tricase e l’Assessore allo Spettacolo Cinzia Valerio, la società Grotte di Castellana s.r.l., il supermercato Dico di Castellana Grotte, il gruppo Sita Sud, il presidente della Fondazione Siena Jazz Franco Caroni, Bed&Rec, Marco Valente, Dionisio Beatrice, la Compagnia degli Scarti, Marcello Ramirra, l’Ass. Cult. Musicale Nino Rota, la Zoofloricola, Angela Fanigliuolo, Viviana Saponari, Mariagrazia Proietto, la Casa Musicale Luisi, lo staff di Saturno 2 Service, Park Hotel La Grave, Semiramide Palace Hotel, Pacello s.r.l., Il Casalicchio, Il Convivium, King Crimson’s Cafè, La Taverna degli Amici, Carbonella, Le Fenice, la Parrocchia di San Leone Magno, gli abitanti del centro storico di Castellana Grotte.

Menu