Ci sarà anche lo studio di registrazione pugliese Officina Musicale, al Teatro Antico di Taormina, il prossimo 29 giugno, per la cerimonia di premiazione dell’edizione 2019 dei Nastri d’Argento.

A metà della scorsa settimana, infatti, al Maxxi di Roma, il Museo Nazionale delle arti del XXI secolo, presentati i candidati ai 73esimi Nastri d’Argento, l’iniziativa più importante nel calendario delle manifestazioni organizzate dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, riconosciuti dal MiBACT Premio di Interesse Culturale Nazionale, il più antico riconoscimento per il cinema italiano, secondi nel mondo, per anzianità, solo agli Academy Awards.

Tra le nomination per la miglior colonna sonora, infatti, c’è anche quella firmata da Gratis Dinner per “I Moschettieri del Re”, film diretto da Giovanni Veronesi, prodotto da Indiana Production con Vision Distribution, scritto dallo stesso Veronesi e da Nicola Baldoni, ispirato ai romanzi di Alexandre Dumas “I tre moschettieri” e “Vent’anni dopo”, con Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo, Valerio Mastandrea e Sergio Rubini tra i principali attori. Il film è entrato nelle nomination ai Nastri d’Argento anche per la Miglior attrice di commedia (Margherita Buy), la Miglior Scenografia (Tonino Zera) e i Miglior Costumi (Alessandro Lai).

Gratis Dinner (Luca Medici, Giuseppe Saponari e Antonio Iammarino) è una crew di recente formazione, un team di compositori di musica per il cinema e per la tv, il cui debutto è stato proprio con la realizzazione della colonna sonora de “I Moschettieri del Re”, pellicola distribuita nelle sale italiane e non solo da Natale scorso.

Altra soddisfazione dal sapore nazionale e internazionale per lo studio Officina Musicale che, già in passato si era messo in evidenza per le lavorazioni realizzate in campo musicale per Erica Mou e in campo cinematografico per Checco Zalone, per l’innovativo metodo di lavoro offerto attraverso la formula Bed&Rec, primo studio di registrazione turistico d’Italia, per una serie di prestigiose partnership (tra cui spicca quella con l’Accademia Nazionale Siena Jazz) e per l’organizzazione di importanti eventi, non solo musicali, come il San Leo Music Fest a Castellana Grotte (Ba).

Con Officina 5.1, lo studio di post-produzione audio, struttura di 250 mq ai piedi dell’acquedotto romano a Roma, del resto, Officina Musicale è da tempo ormai una realtà in crescita anche nel mercato del cinema e della televisione grazie ad elevate competenze professionali e specifiche collaborazioni (il film “Bangla”, la fiction “La porta Rossa 2”, la miniserie televisiva “Ultimo – Caccia ai Narcos”, il film “Calcutta – Tutti in piedi” e il film concerto “Noi siamo Afterhours” tra le ultime lavorazioni).

Menu